Materiali ecocompatibili per un merchandising sostenibile: vesti di verde il tuo marchio

Materiali ecocompatibili per merchandising sostenibile

Materiali ecocompatibili per un merchandising sostenibile: vesti di verde il tuo marchio

Può il merchandising sostenibile, realizzato con materiali ecocompatibili, costituire un plus per la tua azienda? La risposta è affermativa; di seguito ti spieghiamo il perché.

Uno dei temi più discussi e affrontati degli ultimi anni è quello della lotta all’inquinamento ambientale. Adulti, ragazzi e anche tanti bambini sono scesi più volte in piazza a manifestare il proprio dissenso nei confronti di un modo di vivere poco ecocompatibile e dunque dannoso non solo per l’ambiente ma anche per la salute di tutti.

A soli 15 anni, è stata l’attivista svedese Greta Thunberg a farsi portavoce di questo messaggio, sostenendo l’invito a uno sviluppo sostenibile e una maggiore attenzione nei confronti dei cambiamenti climatici. Tutto è nato nel 2018, quando la Svezia è stata colpita da numerosi incendi boschivi causati anche da anomale ondate di calore. Da allora, ogni venerdì Greta si è seduta dinanzi al Parlamento svedese per invitare il Governo a ridurre le emissioni di anidride carbonica. In piena armonia, d’altronde, con quanto previsto dall’Accordo di Parigi.

L’atto di protesta si è diffuso a macchia d’olio trovando consensi in tutto il mondo, soprattutto tra i ragazzi, sino a dar vita al noto movimento che ha preso il nome di FridaysForFuture.

Questi “venerdì per il futuro” hanno come obiettivo quello di far maturare una maggiore consapevolezza in fatto di inquinamento e cambiamenti climatici, ma voglio anche incentivare a promuovere uno stile di vita in armonia con l’ambiente. Come? Ad esempio, sensibilizzando a eliminare tutto ciò che è difficile o impossibile da smaltire e non è indispensabile.

La sfida per l’ambiente del terzo millennio

Tuttavia, eliminare completamente dalle nostre vite la plastica o altri materiali non è sempre così semplice. Pensiamo alle automobili, agli smartphone o più banalmente alle pile.

Si tratta di oggetti di uso comune poco ecocompatibili, diventati però indispensabili. In questi casi ciò che si può fare può essere, ad esempio, preferire il trasporto pubblico e utilizzare delle pile ricaricabili, sebbene al momento si tratti di scegliere semplicemente il male minore, perché non esistono alternative del tutto green.

In altri casi, invece, è possibile scegliere.

Puoi scegliere ad esempio di acquistare degli alimenti privi di imballaggio, puoi utilizzare delle bottiglie in vetro o delle borracce e, se sei a capo di un’azienda, piccola o grande che sia, puoi adottare un modello di merchandising sostenibile.

In che modo?

Scegliendo degli oggetti da personalizzare che siano prodotti con materiali ecocompatibili o derivanti da riciclo oppure, nel caso in cui volessi brandizzare delle t-shirt o altri indumenti, assicurarti che i capi siano eco-friendly.  

Di seguito ti daremo qualche consiglio in tal senso. 

5 materiali ecosostenibili per il tuo merchandising aziendale

1 – Il sughero, leggero e versatile

Oggetti in sugheroIl sughero è un materiale che può facilmente essere impiegato nella realizzazione di gadget o più in generale di oggetti di uso comune, fianco nel campo dell’edilizia. Si ricava dalla corteccia della quercia da sughero e generalmente si distingue fra sughero biondo e sughero espanso. 

Quest’ultimo è certificato secondo lo standard EN13170, è atossico e completamente naturale, ragion per cui viene sempre più utilizzato anche per creare giochi destinati ai bambini molto piccoli. Oltre che ecologico e biodegradabile, il sughero è anche un materiale ignifugo, impermeabile e immune da muffe. Inoltre, possiede qualità fono e termo assorbenti.

Portachiavi, portafogli, taccuini, astucci, bottiglie con inserti in sughero e altro ancora: la lista di gadget aziendali che possono essere realizzati in sughero è davvero sterminata.

2 – Il bamboo, una pianta dagli innumerevoli utilizzi

Oggetti in fibra di bambu

Spazzolini, cannucce, pavimenti, bottiglie, posate, speaker, pen drive e gadget tecnologici. Sono solo alcuni dei settori merceologici in cui può essere utilizzato il bamboo, vera garanzia per chi è alla ricerca di una soluzione green. È una pianta che cresce rapida e copiosa; anche per questo viene preferita sempre più al classico legno.

Questo materiale è caratterizzato da un’ottima resistenza sia alla trazione che alla compressione; al tempo stesso è leggero e flessibile e per questo viene impiegato per la realizzazione di costruzioni in luoghi a medio e alto rischio sismico.

Infine, la fibra di bamboo è biodegradabile al 100%.

3 – Paglia di grano: «dai diamanti non nasce niente…»

Oggetti in paglia di grano

Sebbene nasca come materiale di scarto nel processo di lavorazione delle spighe, la paglia rappresenta oggi un’alternativa eco a materiali come la plastica, soprattutto se combinata con l’ABS o il PoliPropilene.

Anche in questo caso sono davvero numerosi i gadget realizzati con una buona percentuale di paglia di grano, dalle penne alle posate sino a oggetti più elaborati come basi di ricarica wireless per smartphone e chiavette USB.

Nel 2019 si è anche molto parlato del progetto di Essity, azienda leader nel settore dell’igiene e della salute, intitolato “Phoenix Process”. L’obiettivo di questo progetto è quello di creare, a partire dagli scarti di grano, un materiale in grado si sostituire o almeno ridurre l’utilizzo di cellulosa. Ambizioso e lungimirante, potrebbe rappresentare un punto di svolta davvero green.

4 – Acido polilattico, dalla medicina estetica al merchandising sostenibile

Oggetti in acido polilattico - PLA

Pensi che la medicina estetica e il merchandising sostenibile non abbiano nulla in comune? Ti sbagli, perché ce l’hanno e si chiama acido polilattico (PLA). 

È un materiale biodegradabile e biocompatibile, derivante da fonti di origine vegetale come il mais, utilizzato sia in medicina come filler antiage, sia nella realizzazione di oggetti ecosostenibili. Disponibile in fibre così come in schiuma, l’acido polilattico è stato recentemente riscoperto come alternativa alle plastiche difficili da smaltire.

Gli impieghi più comuni spaziano dal settore tessile a quello edile. Per quanto riguarda invece l’oggettistica, flaconi, piatti, posate o buste sono soltanto alcune soluzioni offerte da questo materiale davvero versatile.

5 – Fibra di juta, non solo sacchi!

Oggetti in fibra di juta

Quando si pensa alla fibra di juta, la prima immagine che ci viene in mente è quella dei classici sacchi utilizzati soprattutto nel settore agricolo. In realtà negli ultimi anni le tecniche di lavorazione di questo materiale si sono andate via via perfezionando sino a mettere a punto oggetti e capi di abbigliamento ecocompatibili e biodegradabili.

La juta è una fibra tessile naturale caratterizzata da un processo produttivo meno inquinante di quello del cotone. Ma non è finita qui. La fibra di juta trova numerosi impieghi anche nel campo dell’edilizia, in quello farmaceutico e in quello cosmetico.

Carta e plastica sì, ma riciclate

Come già accennato, può capitare che non ci siano versioni green dell’oggetto che stai cercando. In questi casi, assicurati di scegliere prodotti in RPET o in carta riciclata.

L’RPET è un polimero che si ottiene per mezzo di processi di recupero e riciclo del PET, noto tecnicamente come polietilene tereftalato che è appunto riciclabile al 100%.

Lo stesso discorso vale per la carta. Se vuoi brandizzare con il tuo marchio dei taccuini o delle agende, opta per delle versioni contenenti fogli in carta riciclata.

Progetto Moda: le nostre proposte di merchandising sostenibile

Noi di Progetto Moda abbiamo a cuore il pianeta e vogliamo offrirti una vasta gamma di gadget  realizzati con materiali eco frienfly, utili e di ottima qualità da proporre ai tuoi clienti o collaboratori; tutto questo senza gravare sull’ambiente. Alla personalizzazione pensiamo noi, tu dovrai solo occuparti di fare scelte consapevoli, per il bene della Terra e di chi la abita.
Con il merchandising sostenibile promuovi la tua azienda ed aiuti il pianeta. Tu dacci un’idea, noi la realizzeremo per te!

Per ogni informazione, contattaci compilando il form sottostante.